21 febbraio 1945 - Boston IV nr. BZ496 - San Michele al Tagliamento (VE)

Operation Records Book (RAF Form 541): Falconara 21/22 Feb B IV BZ496 - F/S Barratt A.F. - Sgt. Creedy - Sgt. Doherty J.A. - Sgt. McRea R. - Up 21.05 - Eleven aircraft were briefed, one on nickeling at CODIGORO and the remaining 10 divided up on two recces. 4 aircraft to recce roads and rail POLESELLA-PADUA-MESTRE-NERVESA. 4 aircraft on MESTRE-PORTOGRUARO-CASARZA-UDINE. Later two aircraft were put onto the bridge GRISOLERA. Unfortunately two of our aircraft one piloted by F/S BARRATT and one by Sgt. KELSO failed to return.

http://www.joebaugher.com/usaf_serials/usafserials.html: Douglas A-20J-20-DO Havoc 43 -21994 to RAF as Boston IV BZ496. Missing from night intruder mission Feb 21 1945

L'aereo fu presumibilmente colpito da flak e cadde presso San Michele al Tagliamento. In questo caso la fonte di riferimento viene dal CWGC e riguarda il primo luogo di sepoltura dell'intero equipaggio, interamente deceduto, che fu traslato dal Cimitero di San Michele a quello di Padova nel maggio del 1946. E' ragionevole supporre che l'aereo faceva parte del gruppo dei quattro night intruders inviati sull'area di Mestre-Portogruaro-Casarza-Udine.

Al momento non ci sono altre informazioni disponibili. E' doveroso ricordare il martirio subito dalla cittadina di San Michele al Tagliamento, Medaglia d'oro al merito civile per le distruzioni e l'alto numero di vittime subite durante i bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale: "Piccolo centro di circa tremila abitanti, durante l'ultimo conflitto mondiale, per la posizione geografica e per la presenza di collegamenti strategici sul proprio territorio, fu sottoposto, tanto da essere definito "la Cassino del Nord", ad oltre sessanta bombardamenti aerei alleati, che provocarono numerose vittime civili e la quasi totale distruzione dell'abitato. La popolazione dovette trovare rifugio, tra stenti e dure sofferenze, nei paesi vicini, in dimore di fortuna: fienili, stalle, baracche e tuguri fatiscenti. Con dignità e coraggio, affrontava, col ritorno alla pace, la tenace opera di ricostruzione morale e materiale del paese."

Torna indietro